venerdì 18 maggio 2012

It's Focaccia Time.........Ripiena però!

Mi sono resa conto.......controllando nel blog.....che pur amando io da morire pizze e focacce......i post pubblicati a riguardo sono davvero pochi!
Forse perché pizze e focacce vengono a casa mia in genere preparate per la sera e spazzolate in brevissimo tempo.....quindi lo spazio per le foto è inesistente! O forse perché non ci sono così tanti impasti che mi soddisfano......e alla fine preparo sempre i soliti! 
Beh, come sapete ormai la Sardenara è un classico, come la Focaccia di Recco! Poi ancora c'è la mia Pizza Gioiello! In più ultimamente ho provato la pizza ad alta maturazione di Adriano, dopo averla bimbyzzata, e devo dire che ci è piaciuta tantissimo!!!! Quindi prossimamente ve la posterò (anche se......la foto......oh....di sera all'ultimo pezzo.....quando c'è la pizza delle foto bisogna accontentarsi!!!)
C'è però anche un altro impasto che vi voglio segnalare.....un impasto che mi ero inventata qualche anno fa........

















Dico che me l'ero inventato perché non l'avevo copiato da nessuna parte!!! Non è una ricetta presa da qualcuno e modificata leggermente......ma proprio una nuova creazione.......sempre che di creazione si possa parlare, dal momento che gli ingredienti in gioco sono più o meno sempre gli stessi ;-)
In ogni caso, creazione o no.......questa focaccia è buonissima!!!!

mercoledì 9 maggio 2012

Fa caldo, fa freddo? Un bel "bagnetto"!!! (bagnet rus)

Allora, come la mettiamo con questo tempo???? Un giorno caldo, e non hai tempo di metterti una maglia in meno, che fa di nuovo freddo!!! E anche per i nostri bimbi non è facile....infatti il mio cucciolo è a casa dall'asilo da un paio di giorni perché per via di queste temperature ballerine, si è beccato mal di gola con tanto di tonsille ingrossate :-(
Così anche in cucina non si sa bene come comportarsi.....i giorni freddi invitano a coccolarsi con cibi che scaldino stomaco e cuore, mentre i giorni caldi (beh.....ora non esageriamo caldi....tiepidi ;-) ) ci ricordano che saremmo in primavera inoltrata e fanno esplodere la voglia di mangiare tutto ciò che prelude all'estate!
















Ora, si dà il caso che durante il ponte del primo maggio io e la mia famiglia fossimo in campagna per un paio di giorni di riposo, e che meteorologicamente parlando, il ponte sia stato un vero schifo, con tanto di pioggia, umidità  e stufa a legna accesa, quindi.......cosa di meglio per pranzo di un bel pezzo di lingua e uno di testina, per un bel bollito della mia cara tradizione piemontese?! Con tanto di cottura lenta al calore del prezioso "putagè"!!!
Si dà nuovamente il caso poi che per accompagnare il bollito, il must sia il "bagnetto"! Un intingolo da assaporare insieme alla carne lessa tenera, ma perché no, anche in cui pucciare volentieri un bel pezzo di pane croccante ;-)