martedì 31 ottobre 2017

Che impresa....Granseola nel suo Guscio!

Durante la mia trasferta veneziana dei giorni scorsi, ho avuto la (poco) brillante idea di comprare le granseole al mercato di Rialto!
Per la cronaca le granseole sono quei grossi granchi dalle lunghe zampe leggermente pelosette, in realtà molto più simili ai ragni nelle fattezze, e da non confondere coi granchi rosa, molto grandi anch'essi ma con vere e proprie sembianze da granchio con potenti chele!!
Hanno una polpa estremamente prelibata, che mi era capitato di assaggiare un paio di volte al ristorante.
Io non sono un'esperta, sgusciare i crostacei non è proprio la mia passione, ma dopo aver fatto l'esperienza dell'astice quest'estate, che non si è rivelata così traumatica, mi sono lasciata tentare dalle granseole...


Ora, se si cerca un po' in rete, si trovano dei video in cui fanno sommariamente vedere i gesti per pulirle, dove sembra comunque tutto facile, mentre nelle ricette viene semplicemente detto "cuocere le granseole e spolparle" come se fosse cosa da nulla.......
E' un'impresa a dir poco titanica!!!!!!!!!
Dopo questa esperienza posso affermare che "pulire e spolpare una granseola" è un ottimo augurio da fare a un nemico :-)  e un'equa punizione per chi deve scontare una pena!!!
Mentre l'astice una volta cotto ha una polpa molto compatta, che si estrae facilmente dal carapace dopo averlo rotto, la granseola  ha il carapace pieno di cuniculi fatti di gusci sottili e fragili, con una polpa finissima infilata dappertutto!!! Naturalmente la polpa è anche all'interno delle zampe....ma visto il resto, quelle da pulire sono una passeggiata!!!

Insomma, certamente non ripeterò l'esperienza.....ma per questa volta, devo dire che comunque ne è valsa la pena, perchè il frutto di cotanta fatica era davvero buonissimo!!!!! Una polpa gustosa e delicatissima al tempo stesso, davvero un'autentica prelibatezza.....
Io vi lascio la ricetta.......a voi la scelta se cimentarvi o meno!!!!

lunedì 9 ottobre 2017

Il pesce del Piemonte.....Baccalà in Crema al Nero di Seppia!

Si parla tanto di consumo dei prodotti del territorio....... basterebbe ritornare alle origini!
Oggi c'è di tutto in tutte le stagioni: ovviamente a scapito del gusto, perchè un pomodoro in inverno non avrà mai lo stesso gusto di un pomodoro d'agosto, raccolto e mangiato..... 
E c'è di tutto dappertutto: ovviamente a scapito dell'ambiente, perchè avere a disposizione prodotti lontani, significa maggior distanze da percorrere e maggiore inquinamento....

Una volta, quando i trasporti erano difficoltosi, non vi era certo tutta la varietà e abbondanza di cibo cui siamo abituati oggi...
Ad esempio il pesce.... qui in Piemonte quasi non si sapeva cosa fosse... gli unici pesci conosciuti erano le acciughe, e il baccalà, perchè potendo essere conservati sotto sale, sopportavano senza problemi il trasporto lontano.















Le acciughe, erano l'ingrediente principe della mitica bagna cauda, il baccalà, veniva generalmente consumato con la polenta, o con le patate. E' un ingrediente che amo molto, lo trovo versatile e buonissimo!
Qui lo propongo in una versione più elegante, ma ugualmente semplice e ricca di gusto!
Provatela! 

lunedì 2 ottobre 2017

Un'alternativa alla comune pasta sfoglia....Frolla Salata!

Lo ammetto, non appartengo alla categoria delle blogger che demonizzano la pasta sfoglia comprata!!!
Trovo che sia utile, versatile, e talmente comoda che anche se ogni tanto la si adopera, non muore nessuno!!!!
In particolare la utilizzo per i classici salatini (li preparo in genere coi wurstel, o coi pomodorini), e per le torte salate, anche se per queste ultime non mi dispiacciono le paste alternative!


Una di queste è la frolla salata, che mi sono inventata già un po' di tempo fa partendo dalla pasta al vino trovata sul libro base del bimby.
Dà alle torte salate quel tocco in più che fa la differenza, e può essere utilizzata anche in monoporzione, creando delle graziose tartellette da cuocere a modi quiche già ripiene, o in bianco, per farcirle poi a proprio piacimento, magari con gustosi patè!
Provatela!!